Nel 2006 Google registrava 2,7 miliardi di ricerche al mese, mentre scrivo questo libro le ricerche ammontano a 3,6 miliardi al giorno.

Internet ha rivoluzionato il nostro modo di informarci di comunicare di interagire, e quindi per le aziende ha cambiato il modo di comunicare e vendere.

Basti pensare al fenomeno dei Social Network (Facebook in primis) che hanno ridisegnato le dinamiche dei rapporti sociali fra le persone.

Dunque tutti sappiamo che per vendere bisogna comunicare, e per comunicare in modo efficace bisogna conversare con i propri interlocutori.

A differenza dei media tradizionali il web oltre ad essere prepotentemente più veloce, permette di instaurare una conversazione con il proprio target e di fidelizzarlo.

Internet dunque è diventato il nuovo teatro di battaglia per il marketing, dove le aziende si contendono lo spazio delimitato da pixel, anziché da centimetri di carta patinata piuttosto che spot televisivi o radiofonici.

Oramai le aziende non fanno (o almeno non dovrebbero fare) più distinzione fra marketing e web marketing, stiamo parlando di marketing cross mediale, l’offline e l’online si fondono e creano nuove sinergie e forme di comunicazione efficaci, rendendo obsolete e vecchie le tradizionali forme di comunicazione.

A dispetto della crisi la pubblicità online registra un aumento costante in termini di budget investito dalle aziende mentre carta stampata e media tradizionali vedono diminuire sempre di più gli investimenti.

Ad esempio nel 2009 nel Regno Unito la pubblicità online ha sorpassato quella in TV mentre si prevede che entro il 2010 negli USA il sorpasso avverrà anche sulla carta stampata.

Insomma la direzione è abbastanza chiara e con la capillare diffusione degli smartphone e della connessione veloce l’online crescerà sempre di più a dispetto dei media tradizionali come TV e carta stampata.

A trarne maggiore beneficio da questo processo di rivoluzionamento della comunicazione sono proprio le piccole e medie aziende che con budget abbordabili si possono permettere di raggiungere il loro target senza dover sparare nel mucchio cosi come fanno le grandi aziende, cosa che può essere appannaggio solo di chi dispone di budget milionari per poter fare campagne pubblicitarie sui media nazionali (tv, radio, carta stampata).

Il grande vantaggio che internet offre e’ proprio quello di indirizzare il messaggio verso un preciso target in maniera “chirurgica”, oltretutto e’ possibile pagare esclusivamente per i contatti effettivi che la campagna matura, piuttosto che per una semplice visualizzazione di uno spot.

Stiamo parlando di “Direct Response Marketing” ovvero marketing a risposta diretta, che permette con investimenti contenuti di ottenere grandi ritorni, oltre che di conoscere il costo effettivo per contatto e quindi per vendita.
Il Settore immobiliare, come potrete vedere successivamente, è uno dei settori maggiormente interessati in questo processo in quanto la maggioranza delle persone cerca casa online similmente alla ricerca dell’hotel per le vacanze.

In questo libro comprenderete le dinamiche del web marketing immobiliare, che vi consentiranno di dare una spinta esponenziale al fatturato della vostra agenzia immobiliare.